Surfaces

nerosicilia presenta cinque superfici di pietra lavica che sono espressione delle potenziali tecno-fisiche della materia in se. La natura stessa conferisce alla pietra lavica differenti “volti” e nerosicilia ha voluto interpretarli. Fonte di ispirazione è il fuoco stesso del vulcano. Il magma, in base alla zona di provenienza del sottosuolo, da vita a differenti proprietà manifeste della materia che ne determinano la superficie. Ripercorrendo a ritroso il processo di fusione della materia, dietro un inventario di formule, curve di fusione, tempi, temperature e altre “alchimie”, nerosicilia ci restituisce la pietra lavica dell’Etna nei suoi differenti “volti”: laNera, laRoccia, la enneUno, la enneDue e la enneTre; senza dimenticare la pietra lavica naturale, laGrigia, così come viene lavorata tradizionalmente nelle diverse finiture meccaniche (levigata, spazzolata, lucidata e sabbiata).

nerosicilia presents five lava stone surfaces reflecting the techno-physical potential of the material itself. Nature itself confers to the lava different “appearances” and nerosicilia wished to interpret them. The source of inspiration is the very own fire from the volcano. Depending on where the magma is coming from, it gives life to different properties which are reflected in the material hence determining the surface. By tracking back the process of fusion of the material hidden behind an inventory of formulas, fusion curves, ages, temperatures and other “alchemies”, nerosicilia is returning to us the lava stone from the Etna in its different “appearances”. laNera, laRoccia, the enneUno, the enneDue and the enneTre; without forgetting the natural lava stone, laGrigia, as it is traditionally worked using various mechanical finishes (honed, polished, bush-hammered, sandblasted).


laNera