Origami #paolalenti

Anno dopo anno, il racconto che nerosicilia sta scrivendo con la pietra lavica dell’Etna diventa sempre più ampio e ricco di nuovi contenuti.
Quello di nerosicilia è un racconto fatto di grande competenza, costante spirito di ricerca e, soprattutto, autentica passione per il proprio territorio. Il risultato è sotto gli occhi di tutti: superfici straordinarie, dalla forte carica estetica e dalle inequivocabili prestazioni tecniche, ottenute dalla pietra lavica, un materiale unico e originale, capace di imprimere caratteristiche esclusive a ogni tipo di ambiente contemporaneo, domestico e non.

Uno dei capitoli più significativi di questo racconto è senza dubbio legato alla collaborazione con l’azienda Paola Lenti.

Paola Lenti usa le lastre in pietra lavica di nerosicilia come fossero elementi primari, rispettandone la natura e interpretandone le diversità, e le trasforma in Origami, un pavimento inedito, che si decora da sé, semplicemente perché le lastre sono eterogenee le une dalle altre per i diversi tipi di lavorazione a cui sono sottoposte.
Le lastre sono state modulate per diventare un rivestimento pavimentale tagliando, secondo uno schema preciso, le piastrelle base in lava naturale non trattata e inserendo, in alcune delle sezioni ottenute, inserti in lava ossidata.

L’ispirazione delle composizioni e della modularità dei tagli è vagamente giapponese e riprende un disegno caro alla sensibilità artistica di Paola Lenti, che per Origami ha voluto preservare in primo luogo la natura del materiale e ha cercato di esaltare le vibrazioni di colore che il materiale stesso riesce a presentare attraverso lavorazioni che non ne compromettono le caratteristiche fondamentali. Come già avvenuto in occasione del progetto dei tavoli Sciara, le aziende Paola Lenti e nerosicilia hanno unito le loro specifiche e peculiari capacità per dar vita a qualcosa di nuovo. In questo caso, il pensiero decorativo di Paola Lenti è stato applicato a un materiale di cui nerosicilia ha fornito la lavorazione più consona a ottenere il risultato immaginato.

Year after year, the story that nerosicilia is writing with Mt. Etna volcanic stone is increasingly expansive and rich in new content.
The history of nerosicilia is a story composed of considerable skill, an unrelenting spirit of research and, especially, a genuine love for the local area. The result is obvious to all: extraordinary surfaces, with a bold aesthetic and unparalleled technical performance, achieved using volcanic stone, a unique and original material that is capable of lending an impressive feel to any type of contemporary setting, residential and otherwise.

One of the most significant chapters in this story is certainly related to the long-standing partnership with Paola Lenti.

Paola Lenti uses sheets of nerosicilia volcanic stone as if they were primary elements, respecting their inherent qualities and celebrating their differences, and turns the stone into Origami, an innovative new flooring. The stone is decorative by its very nature, simply because each sheet is different from the next due to the varied type of processing to each.
The sheets are adapted to become a floor covering by using a precise pattern to cut the untreated stone into tiles and inlaying polished volcanic stone in a geometric tessellation.

The inspiration for the compositions and modularity of the tiles has a subtle Japanese feel and echoes a design dear to the artistic sensibility of Paola Lenti, who, in Origami, wanted to preserve the character of the material and aimed to heighten the vibrant color that the material displays through the handling that never sacrifices its essential natural qualities. As we already witnessed in the design of the Sciara tables, Paola Lenti and nerosicilia have brought together their specific and remarkable ability to give life to something new. In this case, Paola Lenti’s creative concept is applied to a material that nerosicilia processes in order to lend the most appropriate result.